Per favore, non rovinate il cane di Terranova

Vi vorrei far leggere un recente articolo, di By Carol Beuchat , pubblicato in “The Institute of canine biology”.

Lascia perplessi cosa di innaturale si fa selezionando cani che rispondano alla richiesta di noi umani e non alla difesa della razza mantenendo quelle che sono le sue caratteristiche essenziali.

Ve lo lascio tradotto in italiano dal traduttore di Google.

http://www.instituteofcaninebiology.org/blog/please-dont-ruin-the-newfoundland

C’e ‘qualcosa che mi stava stringendo sempre di più, e oggi tutti i piccoli pezzi che ho bisogno di scherzare sono caduti in grembo allo stesso tempo. Perciò voglio.

Parleremo di Terranova.
Date un’occhiata a alcune foto e illustrazioni della Terranova. Come sapete, è una razza relativamente vecchia, che risale alla creazione del Labrador Retriever dal cane dell’acqua di San Giovanni. La Terranova ha grandi dimensioni e un mantello sostanziale che le permette di lavorare a temperature frigide sia in terra che in acqua. È una razza che la maggior parte delle persone riconosce alla vista, l’immagine della forza, dell’atletica, della nobiltà e del temperamento dolce.

Ci sono ancora Terranova che sembrano questi cani. Ma la pressione di selezione su questa razza – la “traiettoria” della selezione da parte degli allevatori – è stata per un muso sempre più corto e un cranio cupo, creando un contorno che non sembra più come il cane di lavoro originale.

Il disegno qui sotto illustra la testa della “moderna” Terranova dalle linee di spettacolo. Molti non sono questo estremo, e alcuni sono più, e cani con teste come questo stanno prendendo nastri a casa in una buona concorrenza.

Quello che vedi qui è una razza nel processo di diventare brachycephalic.

È interessante notare che le teste descritte nella razza AKC sembrano poco come il cranio rettangolare originale dei primi cani. Quando la testa ideale si allontanava dalle dimensioni molto funzionali di un atleta del cane alla resa ingrandita di un cane da compagnia? E forse la domanda migliore è perché?

Abbiamo visto che questo “lento miglioramento” della testa avviene a molte razze. Nel tempo, i muscoli diventano più corti, la forma del cranio cambia e, infine, la razza ha una faccia simile a bambola, una faccia piatta e un’alta fronte come la moderna francese, Peke o Pug.

Se questo è ciò che gli allevatori vogliono scegliere, è davvero un problema? Sì. È un problema GRANDE. Lasciatemi spiegare.
Mentre il muso diventa più corto, le parti non diventano più piccole per adattarsi a meno spazio. Invece, le strutture che dovrebbero essere nel muso vengono spinte nella parte anteriore del cranio. Ovviamente, dovrebbero essere il cervello, e non c’è davvero nessun posto dove andare, perciò si torce e si deforma per ospitare lo spazio diverso e può anche essere spinto attraverso il foro nella parte posteriore del cranio dove il midollo spinale si connette al cervello. Si noti che in realtà non c’è spazio extra, quindi le navi che trasportano sangue e fluidi spinali da e verso il cervello e il midollo spinale vengono pizzicati. Il risultato è disturbi neurologici e anatomici che causano sofferenze al cane. Syringomyelia e la formazione di Chiari peste diverse razze che sono diventate sempre più brachéfalie per le generazioni, in particolare il Cavalier King Charles Spaniel, Bruxelles Griffon, Chihuahua e Bulldog francese.

L’altra conseguenza di un muso più corto è una capacità ridotta del cane per evitare il surriscaldamento. Il “condizionatore d’aria” del cane si trova nel muso. I muscoli più lunghi hanno una maggiore capacità di raffreddare il cane, per questo motivo vediamo quei lunghi e nani scarni nelle Saluki e in altre razze che vivono in ambienti caldi. (Leggi la strabiliante muso del cane.)

La Terranova, di solito, non vive in un ambiente caldo, ma dipende comunque da un efficace meccanismo di raffreddamento perché è una razza di lavoro di grandi dimensioni e pesante, che deve tollerare le temperature frigide dell’ambiente e dell’acqua e anche dissipare il calore prodotto quando lavoro. Riducendo la lunghezza del muso compromette la capacità di questa razza di fare il lavoro per cui è stato allevato.
Ci sono altre conseguenze non intenzionali di accorciamento del muso. Spingere le strutture del muso nel cranio impone anche un cambiamento nella struttura del palato e delle vie aeree. Il risultato è difficoltà a respirare e l’intervento chirurgico per aprire le vie respiratorie delle razze brachycephalic si è sviluppato in un business veloce per il veterinario. Gli effetti collettivi dei disturbi respiratori che derivano dalla brachiecefalia sono ora indicati come “Sindrome Brachycephalic Airway”. Anche sotto le “conseguenze non intenzionali” è lo sviluppo del sgradevole “roll over the nose” che si traduce quando le strutture ossee all’interno dei muscoli diventano più brevi senza accorciare la pelle attorno ad esso. Nelle razze del giocattolo il rotolo nasale è considerato una “caratteristica di razza”, anche se i rotoli possono causare problemi cutanei e infezioni batteriche che richiedono un trattamento regolare.
I gravi problemi che sono stati prodotti nelle razze brachiecefali sono ora oggetto di uno sforzo importante da parte dei club di cani e delle organizzazioni veterinarie e di benessere in Europa per rendere chi cerca un cucciolo consapevole dei gravi problemi di salute che questi cani affrontano.

Ecco il problema. Gli allevatori potrebbero apprezzare l’aspetto della musetta ridotta e del cranio a cupola sulla Terranova di oggi, ma dovrebbero essere autorizzati a razza per caratteristiche strutturali che comprometteranno la salute e la funzione del cane?

C’è pressione in Europa sugli allevatori di allevare lontano da queste caratteristiche estreme e tornare verso cani sani e funzionali. Se possiamo vedere chiaramente che il cammino verso la Terranova è verso caratteristiche che compromettono la funzione, allora è il momento di fare qualcosa. Il problema non è “cosmetico”; È anatomico e fisiologico, e quindi influenza il benessere generale così come il dolore e la sofferenza.
È giunto il momento per un “Head’s Up” per gli allevatori. Questi problemi vanno affrontati e la loro fissazione richiederà la partecipazione di entrambi i club e dei giudici. Lo standard potrebbe utilizzare anche alcuni cambiamenti, quindi è chiaro che “più corto è meglio” non si applica per non finire con pug 150 libbre. Le modifiche necessarie non dovrebbero essere arbitrarie o indovinate in base ai pareri e alle ipotesi degli allevatori e dei proprietari. Gli scienziati con esperienza in anatomia e fisiologia dei cani brachycephalic dovrebbero essere arruolati per lavorare con le organizzazioni di razza nel delineare i passi che devono essere adottati per affrontare i problemi. Ci sono diversi laboratori attivamente coinvolti nei programmi di ricerca sulla sindrome della via aerea brachycephalic e che la competenza pronta dovrebbe essere il numero uno per le organizzazioni di razza che si prefiggono di affrontare la questione dei muscoli.
Per essere onesti, la Terranova non è l’unica razza che scivola lungo il pendio scivoloso alla brachycephalia. L’altra razza che ha iniziato a catturare il mio occhio è il Rottweiler, un’altra razza di lavoro pesante che non è migliorata da un muso più corto. Così la testa è anche alla gente di Rottweiler. È giunto il momento di fare un piano.
Poichè l’allevamento di cani da puro razza ha un controllo più intenso che mai, è responsabile degli allevatori assicurarsi che la loro visione della perfezione della razza sia anche compatibile con la salute e la funzione. La tendenza verso i museroli più brevi e più brevi di Newfoundland deve fermarsi. Gli allevatori e le squadre dovrebbero lavorare con scienziati e veterinari per elaborare linee guida per l’anatomia che garantirà che il muso delle Terre Terre può fare quello che è stato progettato.
AGGIORNAMENTO (27 ottobre 2017)

Dopo aver pubblicato questo post, sono stato avvisato di questo grande articolo (scritto nel 2013!) Che fa lo stesso punto sui cambiamenti nel cranio di Newfoundland. Chiaramente questo non è un nuovo problema, quindi quello che voglio sapere è quello che gli allevatori stanno facendo. Se niente, allora questo è un problema, perché non sono cambiamenti nei cosmetici ma alterazioni di struttura che hanno profondi effetti sulla funzione e sulla salute.

Un muso corto su un cane come questo dovrebbe essere considerato un difetto genetico da parte degli allevatori responsabili con un impegno per razza per la salute. Se gli allevatori non lo vedono in questo modo, allora ci deve essere una sorveglianza da parte dei veterinari e quelli ben esperti nei problemi prodotti dalla brachycephalia.

Quali razioni gli allevatori offrono per produrre cani con una struttura testa che compromette gravemente la salute e il benessere dell’animale?